Via Klebelsberg

Akt:

La denominazione “von Klebelsberg” è stata proposta con la delibera n. 163 del consiglio comunale il 7 novembre 1966, ma sembra che la strada non abbia mai esistito.

Herkunft:

La  strada porta il nome della famiglia nobile “Klebelsberg”, soprattutto in onore ai fratelli Karl (sindaco di Brunico) e Hieronymus Klebelsberg zu Thumburg (giurista, sindaco, delegato nella dieta regionale e il parlamento e presidente del Tirolo).

I signori Klebelsberg erano proprietari della “Thumburg”, un podere vicino alla città di Vipiteno. Dal 1703 fino al 1806 furono i giudici di Brunico e di Anterselva e per un certo periodo possederono i poderi Ragen, Teisegg e Einsiedl. Karl von Klebelsberg, un latifondista, fù eletto nel comitato dei cittadini di Brunico nel 1850. Nello stesso anno ricoprì l'incarico da sindaco della città fino al 1854. Nel 1851 Karl von Klebelsberg vendè il podere Ragen al comune di Brunico per un prezzo modesto con la condizione di usarlo per uno scopo pubblico. Così la città di Brunico usò la casa Ragen per la scuola e l'asilo del paese. Fino ad oggi la casa è in uso pubblico, ospita la scuola di musica.

Nel 1854 Karl von Klebelsberg si dimise dal suo incarico da sindaco comunque continuò a far parte del comitato dei cittadini. Anton von Klebelsberg era parente di Hieronymus e Karl. Era decano della parrocchia di Brunico per un lungo periodo (1838–1877). Hieronymus nacque il 28 settembre 1800 a Brunico. Dal 1816 al 1818 studiò filosofia ad Innsbruck dopo di chè andò a Padova e Graz per seguire gli studi di scienze politiche. Nel 1822 iniziò a lavorare nella magistratura, nel 1824 ottennne il dottorato e 9 anni dopo (1833) diventò giudice a Cortina D'Ampezzo. Hieronymus fù eletto sindaco di Innsbruck nel 1838, incarico che occupò fino al 1850. Inoltre era delegato nella dieta regionale e nel parlamento austriaco a Vienna e a Krems. Nel 1850 divenne consigliere del tribunale a Rattenberg e quattro anni dopo a Innsbruck. Hieronymus von Klebelsberg era membro del comitato per l'elaborazione della costituzione regionale del Tirolo e fù eletto nella giunta comunale di Innsbruck. Era pure presidente della regione del Tirolo. Hieronymus morì il 7 novembre 1862 a Innsbruck.

Quellen:

Stefan Lechner (Hg.), Der lange Weg in die Moderne. Geschichte der Stadt Bruneck 1800-2006, Innsbruck 2006. Johann N. Tinkhauser, Brunecker Chronik 1834. "Geschichtliche Nachrichten von der k.k. Kreisstadt Bruneck und derselben Umgebung". Bearbeitet und kommentiert von Hubert Stemberger, Bozen 1981. Eduard Widmoser, Südtirol A-Z. Band 2: G-Ko, Innsbruck/München 1982.

Karte: