Via Johann Georg Mahl

Akt:

Il vicolo è stato nominato con delibera n. 164 del consiglio comunale il 9 agosto 1990.

Herkunft:

Il vicolo che va verso “Waldheim”, porta il nome del tipografo, direttore di giornale e sindaco Johann Georg Mahl (1823-1901).

Mahl è nato nel 1823 a Rattenberg in Austria e si è trasferito a Brunico nel 1849. Appena arrivato a Brunico, ha subito aperto la sua propria tipografia con un negozio di “Christenleerwaren” nella Via Centrale. Nel 1850 ha lanciato il giornale “Pusterthaler Bote”, il primo giornale della città che è stato pubblicato regolarmente e che così rappresentava il progresso della società e il migliore collegamento delle aree economiche.

Anche nella vita sociale di Brunico Mahl era molto impegnato: nel 1864 ha fondato una nuova divisione dei vigili del fuoco (composta solo di ginnasti brunicensi); il 30 aprile 1870 ha istituito l’associazione per l’abbellimento della città con lui medesimo come direttore. L’associazione ha aiutato in modo molto svariato a sviluppare la vita turistica della città e ha cercato di creare un ambiente favorevole per il turismo preparando la popolazione e gli albergatori ai rapporti con gli stranieri. Oltre a ciò, Johann Georg Mahl si è impegnato a adattare la fisionomia della città alle aspettative crescenti: ha preso varie iniziative per la costruzione e la manutenzione degli impianti pubblici, la pulizia delle vie, per il piantare di alberi e l’illuminazione della città. Inoltre ha capito subito che con la costruzione della ferrovia nella Val Pusteria (inaugurazione nel 1871), il turismo a Brunico avrebbe vissuto un incremento notevole.

Nel autunno del 1881 Mahl è stato eletto sindaco della città di Brunico, la popolazione pretendeva molto da lui: insieme al comitato dei cittadini e al magistrato dovette risanare il bilancio della città e adattare Brunico a tempi nuovi. In questo periodo la città si trovò in continuo cambiamento: il numero degli abitanti era aumentato del 25% rispetto al 1830. Il numero dei lavoratori, domestici e gente povera era cresciuto notevolmente e i servizi pubblici presentavano grandi insufficienze. Inoltre nel 1882 Brunico fù colpita da un’alluvione disastrosa che distrusse parecchi ponti e case, e così cambiò la fisionomia della città. Dopo le prime azioni di evacuazione e di soccorso Brunico ebbe bisogno di diversi rinnovamenti. Così Mahl e il consiglio comunale elaborarono forme di finanziamento e soluzioni tecniche alquanto rischiose. Negli anni seguenti Mahl e il consiglio comunale si concentrarono sulla regolazione della Rienza, la costruzione di nuovi ponti, il riscatto di terreni edificabili, la pianificazione di nuove condotte d’acqua, la costruzione di una caserma per cacciatori e lo spostamento del mercato del bestiame.

Nel 1884 Johann Georg Mahl venne onorato con la cittadinanza onoraria della città di Brunico. Due anni dopo l’associazione di abbellimento invitò l'imperatore Francesco Giuseppe sulla “Kaiserwarte”, una torre panoramica fatta di legno sul Monte Spalliera (Kühbergl) in occasione della visita dell'imperatore austro-ungarico dal 16 al 21 settembre 1886. La torre fatta di legno offriva una vista panoramica su tutta la zona di Brunico dalla quale l'imperatore potè osservare i “Kaisermanoever”. Nel 1887 Mahl si dimise dalla carica di sindaco per dedicarsi di più alla sua tipografia. Nel 1889 era cofondatore della sezione brunicese del Club turistico austriaco – la sezione si sciolse tre anni dopo. Johann Georg Mahl è morto nel 1901 a Brunico.

Quellen:

Informazioni di Prof. Dr. Hubert Stemberger, Brunico. Stefan Lechner (Hg.), Der lange Weg in die Moderne. Geschichte der Stadt Bruneck 1800-2006, Innsbruck 2006. Hubert Stemberger, Brunecker Buch. Festschrift zur 700-Jahr-Feier der Stadterhebung (Schlern-Schriften 152), 2. Auflage, Innsbruck 2003.

Karte: